I delitti del BarLume

  • EMITTENTE

    SKY

  • DURATA

    18 x 100 min

  • USCITE

    dal 2016 a oggi

I delitti del BarLume

Cast Artistico

Filippo Timi
Lucia Mascino
Alessandro Benvenuti
Atos Davini
Massimo Paganelli
Marcello Marziali
Enrica Guidi
Paolo Cioni
Guglielmo Favilla
Michele Di Mauro
Daniele Marmi
Frank Crudele
Thomas Kadman
Alfio Sorbello
Annalisa Arena
Lorenzo De Moor
Giordana Faggiano
Alessandra Frabetti
con Sergio Pierattini
e con Corrado Guzzanti
e con Stefano Fresi

Cast Tecnico

REGIA Roan Johnson, Milena Cocozza
SCENEGGIATURA Roan Johnson, Davide Lantieri, Ottavia Madeddu, Carlotta Massimi
Liberamente ispirata al mondo della serie “I delitti del BarLume” e al romanzo “A bocce ferme” di Marco Malvaldi editi da Sellerio Editore

 

FOTOGRAFIA Federico Annichiarico
MONTAGGIO Paolo Landolfi
MUSICHE DI Lorenzo Tomio, Ratchev & Carratello
SCENOGRAFIA Luciano Ricceri (progetto), Michele Modafferi
COSTUMI Alessandra Trippetta
ACCONCIATURE Sefora Loprete
TRUCCO Eva Nestori
SUONO Paolo Giuliani
CASTING Dario Ceruti U.I.D.C.

 

PRODUTTORE ESECUTIVO Valerio Palusci
PRODUTTORI ESECUTIVI SKY
Nils Hartmann, Sonia Rovai, Erica Negri
PRODUTTORI DELEGATI
Marco Camilli, Luigi Pinto
PRODOTTO DA Carlo Degli Esposti, Nicola Serra, Max Gusberti
UNA PRODUZIONE Sky, Palomar

I delitti del BarLume 9

Compro oro.  Torna l’estate a Pineta e con lei, immancabili, tornano delitti e indagini. La prima è sul proprietario di un Compro Oro, trovato morto da Massimo nel suo negozio. Una vicenda sorprendente e buffa, in tipico stile BarLume, che vede coinvolti due gangster italoamericani tanto pericolosi quanto stupidi e, per vie traverse, il nostro Emo, che vuole fare uno dei suoi soliti scherzi e si trova impelagato in una vicenda più grande di lui.

A bocce ferme.  Il secondo giallo parte dal testamento di un imprenditore farmaceutico che post mortem si autoaccusa pubblicamente dell’omicidio del patrigno, deceduto sette anni prima, apparentemente a causa di un banale incidente domestico. Le indagini della Fusco confermano l’omicidio, ma i vecchini trovano un alibi che scagiona il presunto colpevole. E allora chi è l’assassino? E che senso ha quell’autodenuncia inventata?

Foto © Andrea Miconi e Aliocha Merker

I Delitti del BarLume 8

Cast Artistico

Filippo Timi
Lucia Mascino
Alessandro Benvenuti
Atos Davini
Massimo Paganelli
Marcello Marziali
Enrica Guidi
Paolo Cioni
Guglielmo Favilla
Michele Di Mauro
Daniele Marmi
Raffaella Afeltra
Jerryann Desaya Johara Liguori
Barbara Pieruccetti
Alessio Sardelli
Alessandro Gelli
Ludovico Fiorentini
Pietro Ragusa

con Corrado Guzzanti
e con Stefano Fresi

Cast Tecnico

 

REGIA Roan Johnson
SCENEGGIATURA Roan Johnson, Davide Lantieri, Ottavia Madeddu, Carlotta Massimi Tratta dal mondo della serie “I delitti del BarLume” di Marco Malvaldi, edita da Sellerio Editore

 

FOTOGRAFIA Claudio Cofrancesco
MONTAGGIO Paolo Landolfi
MUSICHE DI Ratchev & Carratello, Lorenzo Tomio
SCENOGRAFIA Luciano Ricceri (progetto), Veronica Rosafio
COSTUMI Cristina La Parola
ACCONCIATURE Sefora Loprete
TRUCCO Paola Breda
SUONO Vincenzo Urselli
CASTING Marco Teti

 

PRODUTTORE ESECUTIVO
Patrizia Massa
PRODUTTORI ESECUTIVI SKY
Nils Hartmann, Sonia Rovai
PRODUTTORI DELEGATI
Marco Camilli, Luigi Pinto
PRODUTTORE DELEGATO SKY Erica Negri
PRODOTTO DA Carlo Degli Esposti, Nicola Serra, Max Gusberti
UNA PRODUZIONE Sky, Palomar

I delitti del Barlume 8

Mare forza 4.  I primi di marzo, mentre il Covid si insinua in Italia, una forte mareggiata si abbatte su Pineta e trascina sulla spiaggetta sotto il bar il cadavere di un pescatore del paese. Sembra un tragico incidente, ma in realtà si tratta di uno strano omicidio che la Fusco riuscirà a risolvere solo grazie all’aiuto di Massimo, che convive da un anno con la Tizi e ormai l’ha portata all’esasperazione. Nel frattempo, Pasquali, convinto che presto ci sarà un lungo lockdown, trascina Beppe in un buffo progetto per accaparrarsi un appartamento più grande e con giardino, mentre Gino, Aldo e Pilade si chiudono in casa con largo anticipo, nonostante Emo faccia di tutto per riportarli al bar.

Tana libera tutti.  Anche a Pineta è partito il lockdown e chiuso il BarLume, ognuno si organizza come può per ammazzare il tempo. Per esempio, Pasquali, con la scusa di imparare lo spagnolo, prende lezioni on-line molto costose e molto osé dalla sexy Dolores. Quando la donna scompare improvvisamente, viene fuori che in realtà è Susanita, la ex-moglie colombiana del Paletti. Ma dove è finita? E che ci fa un cadavere vestito da samurai nel salotto di casa sua? Costretta in casa perché positiva al Covid, la Fusco per sbrogliare la matassa dovrà affidarsi a Massimo, la Tizi, i vecchini, Beppe e Pasquali, tra buffe videochiamate incrociate e uscite di casa in sordina.

Foto © Paolo Ciriello

I Delitti del BarLume 7

Cast Artistico

Filippo Timi
Lucia Mascino
Alessandro Benvenuti
Atos Davini
Massimo Paganelli
Marcello Marziali
Enrica Guidi
Paolo Cioni
Guglielmo Favilla
Michele Di Mauro
Daniele Marmi
Bobo Rondelli
Clizia Fornasier
Alice Torriani
Danilo Nigrelli
Chiara Conti
con Corrado Guzzanti
e con Stefano Fresi

Cast Tecnico

 

REGIA Roan Johnson
SCENEGGIATURA Roan Johnson, Davide Lantieri, Ottavia Madeddu, Carlotta Massimi, Marco Malvaldi Tratta dal racconto “Donne con le palle” di Marco Malvaldi, edito da Sellerio Editore

 

FOTOGRAFIA Salvatore Landi
MONTAGGIO Paolo Landolfi
MUSICHE DI Ratchev & Carratello
SCENOGRAFIA Luciano Ricceri (progetto), Veronica Rosafio
COSTUMI Cristina La Parola
ACCONCIATURE Sefora Loprete
TRUCCO Ilaria Montagna
SUONO Iacopo Pineschi
CASTING Marco Teti

 

PRODUTTORE ESECUTIVO Patrizia Massa
PRODUTTORI ESECUTIVI SKY
Nils Hartmann, Sonia Rovai
PRODUTTORI DELEGATI
Marco Camilli, Luigi Pinto
PRODUTTORE DELEGATO SKY Erica Negri
PRODOTTO DA Carlo Degli Esposti, Nicola Serra, Max Gusberti
UNA PRODUZIONE Sky, Palomar

I delitti del Barlume 7

Donna con le palle. Quest’estate Pineta è stata scelta per disputare i playoff di beach volley femminile e Beppe, complice il nuovo pianoforte del Barlume, sembra far colpo proprio su una delle giocatrici. Mentre Tiziana si ingelosisce, la Fusco è presa tra un nuovo caso di omicidio e la scomparsa di un cervo dalla riserva di San Rossore che Tassone vuole assolutamente catturare prima che combini qualche casino. Le indagini sull’omicidio sembrano portare alla pista della droga quando a complicare le cose arriva un secondo morto. Sembra un incidente stradale provocato dal cervo in fuga, in realtà è un omicidio collegato al primo, e la Fusco lo capirà grazie all’aiuto di Beppe, Pasquali e i vecchini, quest’ultimi coinvolti in un giro di scommesse che porta dritto all’assassino. Intanto, all’insaputa di tutti, in paese fa il suo ritorno niente di meno che… Massimo Viviani!

Ritorno a Pineta. A rompere la tranquillità della stagione estiva di Pineta questa volta è l’inaspettato ritorno di uno dei suoi cittadini più amati: il Viviani del BarLume. Dopo due anni di assenza e migliaia di chilometri di distanza, Massimo torna con l’idea di fermarsi pochi giorni: quanto basta per creare scompiglio. Tiziana e Beppe se lo vedono piombare in casa un attimo prima di baciarsi, mentre i vecchini se lo ritrovano al bar a rompere le scatole, come ai vecchi tempi. Ma perché è tornato, il Viviani? Per la morte di un suo amico che si è suicidato ma che per Massimo è stato ucciso. Le indagini sono ovviamente affidate alla Fusco, che grazie alla sua bravura e alle intuizioni di Massimo – e nonostante la buffa follia di Pasquali, Cioni e Govoni – riuscirà a risolvere ben due misteri. Tutto è bene quel che finisce bene… ma quando Massimo sembra proprio sul punto di ripartire e tutti già pregustano il ritorno all’amata normalità, ecco che il Viviani decide di rimanere, prolungando un accollo che chissà quali altri casini porterà.

Foto © Antonello Montesi

I Delitti del Barlume 6

Cast Artistico

Filippo Timi
Lucia Mascino
Alessandro Benvenuti
Atos Davini
Massimo Paganelli
Marcello Marziali
Enrica Guidi
Mariela Garriga
Paolo Cioni
Guglielmo Favilla
Michele Di Mauro
Daniele Marmi
Melissa Anna Bartolini
Roberto Farnesi
Sonia Scotti
Roberto Farnesi
Sergio Meogrossi
e con Stefano Fresi
e con Corrado Guzzanti

Cast Tecnico

 

REGIA Roan Johnson
SCENEGGIATURA Roan Johnson, Davide Lantieri, Ottavia Madeddu, Carlotta Massimi, Marco Malvaldi Tratta dal mondo della serie “I delitti del BarLume” di Marco Malvaldi, edita da Sellerio Editore

 

FOTOGRAFIA Claudio Cofrancesco
MONTAGGIO Paolo Landolfi
MUSICHE DI Ratchev & Carratello
SCENOGRAFIA Luciano Ricceri (progetto), Laura Boni
COSTUMI Francesca Leondeff
ACCONCIATURE Jerry D’Avino
TRUCCO Rudia Cascione
SUONO Vincenzo Urselli
CASTING Marco Teti

 

PRODUTTORE ESECUTIVO Patrizia Massa
PRODUTTORI ESECUTIVI SKY Nils Hartmann, Sonia Rovai, Chiara Cucci
PRODUTTORI DELEGATI
Marco Camilli, Luigi Pinto
PRODOTTO DA Carlo Degli Esposti, Nicola Serra, Max Gusberti
UNA PRODUZIONE Sky, Palomar

I Delitti del BarLume 6

Il Battesimo di Ampelio.  È tutto pronto per il battesimo del piccolo Ampelio: Beppe ha cucinato tutta la notte, Marchino è miracolosamente riuscito a non fare troppi casini, gli invitati sono arrivati tutti, quando viene ritrovato il cadavere del prete. Da qui parte una rocambolesca indagine che vede protagonisti Pasquali e una camaleontica femme fatale. La Fusco riuscirà a sciogliere il mistero anche questa volta, mentre un altro mistero che riguarda Massimo allo stesso tempo si infittisce. Che sta succedendo al Viviani? Una bellissima ragazza appena atterrata dall’Argentina si presenta ai vecchini a sorpresa: Massimo è nei guai e ha bisogno del loro aiuto.

Hasta pronto Viviani. Non è mai troppo tardi, si dice. Nemmeno per i nostri vecchini che dopo una vita fermi a Pineta, a settant’anni suonati lasciano l’amato BarLume per volare oltreoceano direzione Buenos Aires: la nuova fidanzata argentina di Massimo è venuta a chiedere aiuto perché il Viviani è stato rapito… E mentre il quartetto uretra parte all’avventura, la sonnacchiosa stagione estiva di Pineta viene interrotta da un’inspiegabile rapina al BarLume, in cui Beppe rischia di morire ma a restarci secco, per sbaglio, è uno dei due criminali. Come al solito, toccherà alla Fusco capirci qualcosa e cioè scoprire, con il prezioso benché sempre maldestro aiuto di Beppe, che quella rapina assurda ha a che fare proprio con la partenza dei vecchini e con quello strano rapimento di Massimo, che anche dall’Argentina riesce sempre a fare casino.

Foto © Antonello Montesi

I Delitti del Barlume 5

Cast Artistico

Filippo Timi
Stefano Fresi
Alessandro Benvenuti
Atos Davini
Massimo Paganelli
Marcello Marziali
Lucia Mascino
Enrica Guidi
Sergio Pierattini
Paolo Cioni
Michele Di Mauro
Guglielmo Favilla
Bobo Rondelli
Rinat Khismatouline
Cristina Cepraga
Lorenzo Frediani
Francesca Antonelli
Mara Maionchi
Corrado Guzzanti

Cast Tecnico

 

REGIA Roan Johnson
SCENEGGIATURA Roan Johnson, Davide Lantieri, Ottavia Madeddu, Carlotta Massimi, Marco Malvaldi Tratta dal mondo della serie “I delitti del BarLume” di Marco Malvaldi, edita da Sellerio Editore

 

FOTOGRAFIA Claudio Cofrancesco
MONTAGGIO Paolo Landolfi
MUSICHE DI Ratchev & Carratello
SCENOGRAFIA Luciano Ricceri (progetto), Laura Boni, Mauro Vanzati
COSTUMI Francesca Leondeff
ACCONCIATURE Mirella Conte
TRUCCO Rudia Cascione
SUONO Vincenzo Urselli
CASTING Milena Cocozza

 

PRODUTTORE ESECUTIVO Patrizia Massa
PRODUTTORI ESECUTIVI SKY Nils Hartmann, Sonia Rovai, Chiara Cucci
PRODUTTORI DELEGATI
Marco Camilli, Luigi Pinto
PRODOTTO DA Carlo Degli Esposti, Nicola Serra, Max Gusberti
UNA PRODUZIONE Sky Cinema, Palomar

I Delitti del BarLume 5

Un due tre stella!  A Pineta la stagione balneare è appena iniziata quando il Viviani scompare nel nulla. È in pericolo? Si è allontanato volontariamente? Oppure l’hanno rapito gli alieni, come si convincono Gino e Pilade? Mentre cerca di venire a capo dell’omicidio di un vecchio marinaio, la Fusco dovrà trovare la risposta a queste domande, intuendo a poco a poco che i due misteri sono profondamente legati l’uno all’altro e che l’anello di congiunzione è Beppe Battaglia, il buffo e strampalato fratello segreto del Viviani.

La battaglia navale.  A largo di una baia di Pineta viene ritrovato il cadavere di Olga, una giovane ucraina col volto sfigurato. Mentre la Fusco dà il via alle indagini servendosi di Beppe come sconclusionato aiutante, arriva in paese il marito di Olga, un criminale ucraino che l’ha maltrattata per anni tanto da costringerla a nascondersi nella taverna del suo amante e fingersi morta… Aspettate un momento: e allora chi è la donna ritrovata nella baia?

Foto © Federico Vagliati – Antonello Montesi

I Delitti del Barlume 4

Cast Artistico

Filippo Timi
Alessandro Benvenuti
Atos Davini
Massimo Paganelli
Marcello Marziali
Lucia Mascino
Enrica Guidi
Pietro De Silva
Paolo Cioni
Pietro Ragusa
Michele Di Mauro
Guglielmo Favilla
Dario Ballantini
Sergio Pierattini
Emanuele Maria Basso
Simone Colombari
Alessandro Gelli
Mara Maionchi
Piera Degli Esposti

Cast Tecnico

 

REGIA Roan Johnson
SCENEGGIATURA Roan Johnson, Davide Lantieri, Ottavia Madeddu, Carlotta Massimi, Marco Malvaldi Liberamente tratta dal racconto “Aria di mare” e “Il Capodanno del cinghiale” di Marco Malvaldi, edito da Sellerio Editore

 

FOTOGRAFIA Davide Manca
MONTAGGIO Paolo Landolfi
MUSICHE DI Ratchev & Carratello
SCENOGRAFIA Luciano Ricceri (progetto), Mauro Vanzati
COSTUMI Francesca Leondeff
ACCONCIATURE Mirella Conte
TRUCCO Rudia Cascione
SUONO Alessandro Zanon
CASTING Marco Teti, Paola Rota (originale), Dario Ceruti (originale)

 

PRODUTTORE ESECUTIVO Patrizia Massa
PRODUTTORI ESECUTIVI SKY Nils Hartmann, Roberto Amoroso, Sonia Rovai
PRODUTTORI DELEGATI
Marco Camilli, Luigi Pinto
PRODOTTO DA Carlo Degli Esposti, Nicola Serra, Max Gusberti
UNA PRODUZIONE Sky Cinema HD, Palomar

I Delitti del BarLume 4

La loggia del cinghiale.  Nonostante tutti gli antidepressivi che ingurgita, Massimo è sempre più a terra e ossessionato dal pensiero della Tizi, ormai irraggiungibile. Per tirarlo su, i vecchini lo trascinano a un addio al celibato buffo e delirante organizzato dalla Loggia del Cinghiale, una banda di buontemponi di cui i quattro fanno parte. Peccato però che ci scappi il morto e tutti finiscano al commissariato. L’assassino non può che essere uno dei partecipanti alla festa, ma chi? La Fusco non vuole crederci ma più va avanti nella ricostruzione della serata più si rende conto che il maggior indiziato è proprio Massimo che, per colpa di un cocktail micidiale di alcol e antidepressivi, non ricorda più niente. Sarà solo grazie a intuizioni improvvise, racconti strampalati, battibecchi con Tiziana e tracolli d’autostima, che Massimo riuscirà a ripescare dalla memoria tutte le tessere del puzzle e a ricomporre la sua innocenza. Ma nulla potrà contro Tiziana, che con un colpo di scena finale gli servirà la peggiore delle vendette.

Aria di mare.  Il BarLume porta ancora i segni della furia distruttiva di Tiziana, i clienti scarseggiano, i debiti aumentano e a Massimo non resta che affogare i brutti pensieri nell’uso e abuso di alcol e psicofarmaci. Anche la Fusco non se la passa meglio: rimpiazzata dall’ottuso commissario Tassone, si trova a gestire l’ufficio degli oggetti smarriti per il casino che ha combinato l’estate prima. Ma quando viene ritrovato il corpo di una collega di Tiziana, nel magazzino di riforniture dove la ragazza è andata a lavorare, la Fusco vede la possibilità di riscattarsi e si dà da fare per risolvere il caso per prima. Al suo fianco ci sarà ancora una volta Massimo, che grazie a una delle sue brillanti intuizioni, capirà che per trovare l’assassino dovranno prima sciogliere il mistero sulla reale identità della vittima, mistero che sembra essere legato alla presenza in paese del celebre pianista cieco De Matteis, con il quale i vecchini hanno ingaggiato una battaglia di scherzi e vendette all’ultimo sangue.

Foto © Philippe-Antonello

I Delitti del Barlume 3
I delitti del BarLume

Cast Artistico

Filippo Timi
Alessandro Benvenuti
Atos Davini
Massimo Paganelli
Marcello Marziali
Lucia Mascino
Enrica Guidi
Paolo Cioni
Denis Fasolo
Alessandro Federico
Guglielmo Favilla
Maurizio Lombardi
Alessio Montagnani
Massimiliano Vado
e con la partecipazione di
Claudio Bigagli e Paolo De Vita

Cast Tecnico

 

REGIA Roan Johnson
SCENEGGIATURA Roan Johnson, Davide Lantieri, Ottavia Madeddu, Carlotta Massimi, Marco Malvaldi
Liberamente tratta dal romanzo “Il telefono senza fili” e “Azione e reazione” di Marco Malvaldi, edito da Sellerio Editore

 

FOTOGRAFIA Davide Manca
MONTAGGIO Paolo Landolfi
MUSICHE DI Ratchev & Carratello
SCENOGRAFIA Luciano Ricceri (progetto), Mauro Vanzati
COSTUMI Francesca Leondeff
ACCONCIATURE Mirella Conte
TRUCCO Rudia Cascione
SUONO Alessandro Zanon
CASTING Barbara Daniele
con la collaborazione di
Marco Teti, Paola Rota (originale), Dario Ceruti (originale)

 

PRODUTTORE ESECUTIVO Patrizia Massa
PRODUTTORI ESECUTIVI SKY Nils Hartmann, Roberto Amoroso, Sonia Rovai
PRODUTTORI DELEGATI
Marco Camilli, Luigi Pinto
PRODOTTO DA Carlo Degli Esposti, Nicola Serra, Max Gusberti
UNA PRODUZIONE Sky Cinema HD, Palomar

I Delitti del BarLume 3

Il telefono senza fili.  Pineta è piccola e la gente mormora. Soprattutto al BarLume, dove i nostri quattro vecchini non fanno che parlare dell’ultimo pettegolezzo: la signora Benedetti è sparita, forse l’ha ammazzata il marito, forse c’ha un amante, forse è finita in una setta satanica… ma è un pettegolezzo appunto e la Fusco non gli dà peso. È costretta invece a far partire le indagini quando Massimo trova il cadavere del mago Atlante nel bagagliaio della sua macchina, alla stazione della funivia del Monte Capanne. La vittima è una celebrità in paese e provincia, con tanto di trasmissione in tv e una vagonata di clienti. Anche Tiziana andava da lui per capire se seguire o no il suo fidanzato a Dresda. Ora che il mago è morto, chiede consiglio a Massimo e dopo aver deciso di partire per la Germania, i due si concedono una notte d’amore, la prima e, in teoria, anche l’ultima. Intanto il cerchio dell’indagine sembra chiudersi su uno dei clienti che aveva minacciato il mago per una questione di soldi. Ma a complicare le cose ci si mettono i vecchini quando trovano una valigetta piena di soldi mentre vanno a funghi sul monte Capanne. Invece di portarla alla polizia, Emo Aldo e Pilade convincono quell’avido del Rimediotti che sono soldi della camorra, che scottano, e con la scusa di portarlo da un ricettatore, lo spingono invece nelle mani della Fusco. Grazie alla sua logica ferrea e alle sue improvvise illuminazioni, Massimo riesce a collegare la valigetta all’omicidio del mago e poi alla sparizione della Benedetti. Un caso davvero folle, geniale nella sua assurdità: un finto sequestro architettato dalla donna col marito, ai danni del figlio ricco ma avaro, con Atlante nel ruolo prima di complice e poi di vittima involontaria. Risolto il caso, Massimo però deve vedersela con Tiziana che, fraintesa quella notte d’amore, decide di non partire più e si piazza a casa sua. Sorpreso e imbranato come al solito, Massimo non sa frenarla e si ritrova a iniziare una convivenza mai voluta.

Azione e reazione.  È una domenica mattina di piena estate e al BarLume è l’ora del brunch. Tiziana si destreggia fra il servizio ai tavoli e il bancone, mentre i vecchini, tutti presenti, si divertono a fare i giovani scattandosi dei selfie. E Massimo? Massimo ha trovato la sua ennesima vittima sacrificale a cui raccontare come un disco incantato, come la storia dell’ultimo omicidio avvenuto a Pineta abbia qualcosa che non quadri troppo. Insomma, tutto farebbe pensare a una normale domenica mattina al BarLume se non fosse per il grido di un russo che si è scolato un Cuba Libre alle undici di mattina e che cadendo a terra non si rialza più. Dopo è tutto un grande caos fra chi fugge senza pagare, l’ambulanza e la polizia che nel giro di poco decide di mettere sotto sequestro il bar. Massimo non può crederci, la chiusura del bar in piena stagione è la sciagura peggiore che gli possa accadere, seconda sola a una calamità naturale che disintegri il bar dalle fondamenta al tetto, ma la Fusco non può farci nulla: il russo è morto per avvelenamento nel suo bar e mettergli i sigilli è il minimo che può fare. E Massimo invece che cosa può fare? Cercare di risolverlo da solo questo caso e in meno tempo possibile. E così in un momento non proprio facile con Tiziana, costellato da un continuo di alti e bassi, di promesse accecanti e di intricati fraintendimenti, Massimo trova nel rum una piccola valvola di sfogo che dovrebbe aiutarlo a vedere le cose in modo più chiaro. Se l’effetto però non è proprio quello desiderato, grazie alla scomparsa della sua bottiglia di rum, Massimo ha un’illuminazione: e se il destinatario del veleno fosse stato lui e non il russo? Nessuno però sembra prenderlo sul serio ma quando sta per sfracellarsi in macchina perché qualcuno gli ha manomesso i freni non ha più alcun dubbio. Ma chi può volere la morte di Massimo? Massimo sta per impazzire e comincia a essere sempre più spaventato e confuso. E la confusione non fa che aumentare quando scopre che la Fusco sembra saperne più di quanto dice e che in qualche modo il passato della poliziotta ha a che fare con il movimentato presente di Massimo.

Foto © Antonello Montesi

I Delitti del Barlume 2
I delitti del BarLume

Cast Artistico

Filippo Timi
Alessandro Benvenuti
Massimo Paganelli
Atos Davini
Marcello Marziali
Lucia Mascino
Enrica Guidi
Paolo Cioni
Ilaria Giachi
Massimo Reale
Alessandro Giallocosta
Chiara Paoli
Valentina Banci
e con la partecipazione di
Claudio Bigagli

Cast Tecnico

 

REGIA Roan Johnson
SCENEGGIATURA Roan Johnson, Davide Lantieri, Ottavia Madeddu, Carlotta Massimi, Marco Malvaldi
Tratta dal racconto “La tombola dei troiai” e “La briscola in cinque” di Marco Malvaldi, edito da Sellerio Editore

 

FOTOGRAFIA Davide Manca
MONTAGGIO Alessandro Heffler
MUSICHE DI Ratchev & Carratello
SCENOGRAFIA Luciano Ricceri, Mauro Vanzati
COSTUMI Francesca Leondeff
ACCONCIATURE Mirella Conte
TRUCCO Rudia Cascione
SUONO Alessandro Zanon
CASTING Barbara Daniele, Paola Rota (originale), Dario Ceruti (originale)

 

PRODUTTORE ESECUTIVO Patrizia Massa
PRODUTTORI ESECUTIVI SKY Nils Hartmann, Roberto Amoroso, Sonia Rovai
PRODUTTORI DELEGATI
Marco Camilli, Luigi Pinto
PRODOTTO DA Carlo Degli Esposti
con Nicola Serra e Max Gusberti
UNA PRODUZIONE Sky Cinema, Palomar

I Delitti del BarLume 2

La tombola dei troiai.  Massimo Viviani non riesce neanche a stare in pace durante il funerale di suo zio Ampelio: un urlo richiama tutto il paese… qualcuno ha ammazzato il farmacista! I vecchietti, campioni mondiali di pettegolezzo da Bar, sono sicuri che sia stato Emo, l’ex suocero di Massimo. Ma il commissario Fusco non è convinta. Viviani farà chiarezza su una buffa tombola natalizia e quindi sul caso, ma si confonderà parecchio fra le avances della sua bella banconista Tiziana e quelle di Vittoria Fusco.

La briscola in cinque.  All’alba di una domenica mattina, con i postumi di una serata in discoteca, Marchino ritrova in un casotto abbandonato poco fuori Pineta il cadavere di una giovane e bellissima ragazza. Il nostro Viviani sarà suo malgrado costretto a indagare a fianco della Fusco per risolvere questo caso misterioso. Tra gli scherzi dei vecchini, le gelosie di Tiziana e i continui due di picche di Vittoria, Massimo scoprirà che non sempre chi è in squadra con te può considerarsi tuo alleato.

Foto © Antonello Montesi

I Delitti del Barlume 1
I delitti del BarLume

Cast Artistico

Filippo Timi
Carlo Monni
Massimo Paganelli
Atos Davini
Marcello Marziali
Enrica Guidi
Lucia Mascino
Paolo Cioni
Olga Rossi
Massimo Salvianti
con Sergio Pierattini
e con Mariella Valentini
Paolo Pierobon

Cast Tecnico

 

REGIA Eugenio Cappuccio
SCENEGGIATURA Francesco Bruni, Cosimo Calamini, Marco Malvaldi
Tratta dal romanzo “Il re dei giochi” e “La carta più alta” di Marco Malvaldi, edito da Sellerio Editore

 

FOTOGRAFIA Vladan Radovic
MONTAGGIO Fabio Nunziata
MUSICHE DI Ratchev & Carratello
SCENOGRAFIA Luciano Ricceri
COSTUMI Cristina Francioni
ACCONCIATURE Frédérique Foglia
TRUCCO Elena Gregorini
SUONO Alessandro Zanon
CASTING Paola Rota

 

PRODUTTORE ESECUTIVO Patrizia Massa
PRODUTTORI DELEGATI Marco Camilli
PRODOTTO DA Carlo Degli Esposti
UNA PRODUZIONE Sky Cinema, Palomar

I Delitti del BarLume 1

Il re dei giochi.  La stagione estiva è alle porte, ma l’entusiasmo e l’eccitazione della piccola comunità di Pineta sono frenati da un terribile incidente d’auto che ha coinvolto Marina Corucci, compaesana e ufficio stampa di un noto politico locale. In paese non si parla d’altro e ci vuole poco perché i quattro arzilli vecchietti, tra un amaro e una briscola, comincino a fare delle bislacche supposizioni sulla dinamica dell’incidente. Massimo fa di tutto per non essere coinvolto dalle fantasiose congetture di suo zio Ampelio e dei suoi compari, e ci riuscirebbe anche se non fosse per il commissario Vittoria Fusco che se la prende proprio con lui ogni volta che i settuagenari, con le loro illazioni, finiscono per intralciare le indagini.

La carta più alta.  Ad agosto, Pineta pullula ancora di turisti e dai ristoranti arriva un prelibato e costante odorino di cacciucco… Da tutti i ristoranti, fuorché uno, quello di Aldo, che da qualche tempo – causa allagamento – è chiuso per lavori di ristrutturazione. Ecco, la seconda avventura per Massimo e i quattro vecchi ficcanaso comincia così, con un ristorante chiuso e una proposta. Sì, perché all’inoperoso Aldo viene offerta la gestione del punto ristoro di un meraviglioso resort termale, ma il proprietario, tale Foresti, è un tipo che non gode di buona fama in paese e allora ci pensano Ampelio, Pilade e Gino a mettergli la pulce nell’orecchio: “Come l’ha comprato ‘sto resort?”, e a Massimo risolvere il caso.